fbpx

Quarta parte della piccola e non esaustiva lista di consigli per aumentare le vendite all’interno della propria tabaccheria. Maturata osservando il lavoro di decine di clienti che sono riusciti ad aumentare le vendite della propria tabaccheria (aggi a parte).

Tante cose magari a VOI sembreranno ovvie. Ma un’insieme di ovvietà costruisce una strategia commerciale potente ed efficacie.

Consiglio n°4 – Come rendere più visibile la merce

1 – Il cestino di vimini

Avete della merce ferma in magazzino da 1 / 2 / 5 anni? Siete consapevoli che non la venderete più?

Bene, procuratevi

  • un cestino di vimini
  • scrivete su di un foglietto colorato “Tutto a 1 €”. oppure 5 €, vedete voi
  • mettetelo sul banco di fianco alla cassa, ben visibile ai clienti
  • riempitelo con le cianfrusaglie

In questo modo libererete il magazzino e la mente. La mattina quando vedete quella merce coperta di polvere in un angolo del magazzino avrete di sicuro una pessima sensazione. D’ora in poi non l’avrete più. Vivrete meglio la giornata ed avrete più energia. E potrete dedicarvi con più energia ad altre attività più remunerative.

2 – Luce

Immaginate di essere a teatro. L’attore è illuminato e tutto il resto è completamente oscurato. La vostra attenzione è catturata solo ed esclusivamente da ciò che viene illuminato.

Questo esempio volutamente esagerato ci fa però riflettere sull’importanza dell’illuminazione. Giocando con luci e ombre possiamo enfatizzare l’attenzione su ciò che ci interessa vendere.

Nella tabaccheria c’è un fattore specifico da valutare. I tabacchi verranno acquistati anche se invisibili. Per esempio in Inghilterra e in Slovenia c’è l’obbligo di coprirli (vedi articolo). Tuttavia le vendite ne hanno risentito solo in parte.

Quindi se illuminate bene altri tipi di articoli potrete vendere sia i tabacchi che il resto.

3 – Ordine

Sembrerà scontato, ma tra uno scaffale ordinato e uno disordinato c’è tutta la differenza del mondo.

La domanda scontata che ne segue è:

“Come faccio ad esporre in maniera ordinata oggetti tutti differenti l’uno dall’altro che cambiano tutte le settimane?”

In effetti è un problema che solo alcuni tipi di negozi hanno (per esempio le tabaccherie) . Per cui le soluzioni sono:

  • ho un sacco di spazio e riesco a mettere tutto in ordine con qualunque tipi di scaffalatura
  • non ho un sacco di spazio. Mi serve un’attrezzatura professionale

Nel secondo caso vi ricordo che casualmente siamo MOLTO attrezzati per ogni evenienza

 

4 – I supermercati che fanno scuola

La grande distribuzione è abituata da più di 70 anni a gestire ogni metro quadrato del negozio al fine di ottenere la massima resa possibile. Infatti la “Resa per metro quadro” è un indicatore fondamentale di gestione di un supermercato (vedi un esempio)

I più semplici accorgimenti che i supermercati praticano sono:

Altezza dell’esposizione della merce

Il cliente acquisterà più facilmente ciò che sta all’altezza dei propri occhi.  Per cui le merci con più margine vanno posizionate all’altezza degli occhi del cliente

Il lungo percorso prima dell’uscita

Prima di arrivare alla cassa il cliente deve percorrere in lunghezza tutto il supermercato con un giro lungo e tortuoso. Perchè? Per vedere tutta la merce esposta!

Quindi sconsiglio vivamente di mettere il banco di vendita e soprattutto il punto della cassa e del resto vicino all’ingresso. Il resto del negozio diventerà così semi inutilizzato.


 

Consiglio n° 1 – La regola aurea

Consiglio n°2 – Trucchi di vendita

Consiglio n°3 – Cosa vendere

Consiglio n°6 – Aiutarsi con gli strumenti sul web gratuiti

(in lavorazione)

Consiglio n°5 – Come ottimizzare le forniture

(in lavorazione)